M5S BandiereCaos nel Movimento 5 Stelle sardo, che si appresta a presentare le liste per le elezioni amministrative del prossimo giugno a Cagliari. Qui, i pentastellati dovrebbero correre a sostegno di Alessandro Murenu, classe 1961, cardiochirurgo. Adesso però, sia la candidatura dell’aspirante sindaco sia quelle per il Consiglio comunale potrebbero essere annullate dai vertici grillini, almeno secondo quanto riferisce “Sardinia post”.

raggi e roma miaNei colloqui privati finalmente un sindaco che batte i pugni sul tavolo e che ammette le condizioni di Roma. Chiedo subito scusa ai lettori de Il Tempo per il titolo un po' forte (“I romani alla finestra vedono merda”) in prima pagina. Non mi piacciono le parolacce e vorrei non usarle, ma quel virgolettato non è mio. E' stato usato in un colloquio registrato a sua insaputa dalla sindaca di Roma, Virginia Raggi. Non ho trovato il modo di tradurlo e renderlo più digeribile, anche perché la prima cittadina della capitale ha reso in modo efficacissimo l'impressione che i suoi cittadini hanno della pulizia in gran parte di Roma.

RAGGI basta migranti a RomaMille “zozzoni” multati e oltre 500mila euro di sanzioni. Abbiamo dichiarato guerra a chi sporca la città abbandonando sacchi di spazzatura, vecchi mobili, elettrodomestici e calcinacci in strada. Lo scorso anno ho istituito una squadra speciale della Polizia Locale di Roma Capitale, il gruppo Pics Ambiente, che indaga su questi reati e multa queste persone. I risultati sono sorprendenti: 964 persone sanzionate per un totale di 557.000 euro di multe erogate. Un dato è sconfortante: il 30% delle persone multate proviene da Comuni limitrofi.

atac licenziaI nuovi autobus (38 mezzi) messi in circolazione sulle strade di Roma nelle scorse settimane stanno già portando i primi benefici per chi utilizza il trasporto pubblico locale in diverse zone della città. Abbiamo migliorato sia il collegamento con le aree ospedaliere del Sant’Andrea, del San Camillo e dell’ospedale pediatrico Bambino Gesù sia quello tra le zone più periferiche e il centro. A breve arriveranno altri bus a noleggio, ne mancano 70 per completare il primo pacchetto. Poi sarà la volta dei minibus elettrici per il Centro storico, i 227 nuovi bus acquistati da Roma Capitale e altri 240 mezzi ibridi, che saranno in circolazione a partire dalla metà del prossimo anno.

Giulia Sarti si dimetteIl portavoce di Palazzo Chigi si difende sul caso della parlamentare coinvolta nella rimborsopoli 5Stelle: "Se avessi saputo di questi ammanchi l'avrei riferito al capo politico e ai probiviri". In un colloquio via Telegram Sarti scriveva all'ex fidanzato: "Sono stati Rocco e Ilaria a chiedermi di denunciarti". Parla Rocco Casalino.

Giulia Sarti si dimetteDopo la vicenda delle restituzioni fantasma, la deputata aveva denunciato l'ex fidanzato per appropriazione indebita. Ma la procura ha chiesto l'archiviazione. La grillina lascia anche la presidenza della commissione Giustizia.  "Annuncio le mie dimissioni da presidente della Commissione Giustizia della Camera e, a tutela del M5S, mi autosospendo". Così in una nota Giulia Sarti, deputata pentastellata: la decisione arriva a poche ore dalla richiesta della Procura di Rimini di archiviare la querela presentata dalla stessa Sarti nei confronti dell'ex fidanzato Andrea Tibusche Bogdan per appropriazione indebita: Sarti aveva ipotizzato un coinvolgimento dell'ex nei mancati bonifici al fondo del microcredito istituito dal M5s.

riorganizzazione M5sIncassare e ripartire. Dopo lo schiaffo della Sardegna il Movimento 5 stelle accelera sul versante riorganizzazione. Luigi Di Maio e Davide Casaleggio si sono sentiti, tra martedì e mercoledì gli attivisti verranno chiamati a esprimere il loro voto sul blog. Il primo step investirà la riforma della struttura e del coordinamento, sia a livello nazionale che locale. Il primo di almeno tre step di un procedimento che dovrebbe vedere la sua conclusione entro fine marzo, e che proseguirà con la revisione della regola del doppio mandato (con la cumulabilità tra quelli di amministratori locali e parlamentari) e infine con nuove regole per l'apparentamento con liste civiche a livello locale.

Davide Casaleggio figlioLo stratega della piattaforma: il pranzo con Grillo e Di Maio è andato bene, abbiamo parlato del m5S a tutto tondo. Già un migliaio le autocandidature per le Europee. E ci sarà una due giorni a Milano per gli aspiranti eurodeputati. Il caso Diciotti, la riorganizzazione del Movimento, le Europee imminenti: Davide Casaleggio traccia il bilancio dopo una settimana complessa, travagliata per i Cinque Stelle, giorni in cui si è parlato di attriti tra i vertici e divisioni nel gruppo parlamentare.

piattaforma RousseauCambiano in corsa l'orario e il testo del quesito. Partenza zoppicante per il voto degli iscritti alla piattaforma Rousseau dei 5 Stellechiamati ad esprimersi sul processo a Salvini. L'avvio della consultazione era previsto per le 10. Ma a causa di "problemi tecnici" al sito è slittato di un'ora (ieri l'hacker rogue0 minacciava un cyberattacco, oggi festeggia il blackout, precisando però che "io non ho fatto nulla") . L'urna virtuale chiuderà quindi alle 20, non più alle 19. Il Movimento chiede alla base di dare il proprio parere sulla richiesta di autorizzazione a procedere contro il ministro, indagato per 'sequestro aggravato di persona',

Riccardo FraccaroIl ministro: ma così non si sminuisce il Parlamento. «Sì, ho votato. Prima di tutto sono un attivista, per cui ho votato. È stato un onere e un onore farlo. Ho votato sì all’interesse pubblico e dunque no al processo perché il vicepremier Matteo Salvini ha applicato sui migranti la linea condivisa da tutto il governo». Il ministro grillino per i Rapporti con il Parlamento ma anche per la democrazia diretta, Riccardo Fraccaro, ha la voce distesa e parla di «partecipazione straordinaria» alla consultazione online sulla piattaforma Rousseau. Ministro, ha avuto difficoltà a votare? «No, ho impiegato 5 minuti. Giusto un problema alla batteria del telefonino». 

Raggi Appendino e Nogarin a processoRaggi, Appendino e Nogarintutti e 3 finiti sotto inchiesta – spiegano perché diranno sì all’autorizzazione. Il primo cittadino di Livorno: “Negare l’autorizzazione a procedere significa rendere insindacabile l’operato di un ministro e questo rende, di fatto, questo ministro più uguale degli altri”.

M5S Salvini accusatoGli iscritti del M5S votano sulla piattaforma Rousseau per il caso Diciotti lunedì 18 febbraio dalle 10 alle 19. «Ora siamo chiamati a decidere. Il ritardo dello sbarco della nave Diciotti, per redistribuire i migranti nei vari paesi europei, è avvenuto per la tutela di un interesse dello Stato?». Tra il 20 e 25 agosto scorso, 177 migranti si trovavano sulla nave Diciotti (il blog M5S scrive però 137) con assistenza sanitaria e alimentare, al largo dell’Italia. Il ministro degli Esteri e il premier Conte agirono per raggiungere un accordo con gli altri paesi europei affinché accogliessero la propria quota di migranti.

Di Maio col M5SGià pronto un video per i militanti in cui si spiegheranno le ragioni del salvataggio del ministro dell'Interno sul caso Diciotti. La nuova proposta di Di Maio permetterebbe alla Raggi e all'Appendino di candidarsi alle politiche o alle europee e a Fico di correre come sindaco di Napoli. C'è un video in cui il Movimento 5 stelle spiega agli iscritti cosa è in gioco nel caso Diciotti.

M5S Io votoSulla piattaforma Rousseau dal 13 al 25 febbraio sarà possibile agli iscritti presentare la propria candidatura. Nasce nuovo sistema per migliorare la selezione. Al capo politico l'ultima parola sulle teste di lista che saranno poi ratificate dalla rete. Il Movimento 5 stelle ha aperto ufficialmente le candidature in rete per le europarlamentarie del M5s. Si potrà inoltrare la propria candidatura dalle 11 del 13 febbraio alle 12 del 25 febbraio.

«Finche ci sarà il Movimento 5 Stelle al governo per quanto mi riguarda la Tav Torino-Lione non ha storia, non ha futuro». Lo ha detto Luigi Di Maio, vicepresidente del Consiglio e ministro dello Sviluppo economico e del Lavoro, in diretta Facebook a Penne, in Abruzzo, dov’è per la campagna elettorale in compagnia di Alessandro Di Battista.

Vittorio Di Battista lavoro in neroAttacca tutti, pure il M5S «fantozziano». Intanto la sua azienda crolla sotto i debiti. Il figlio: «È il fascista più liberale che c’è». Al telefono risponde educatissimo (e non è, diciamo, la sua cifra verbale più nota): «Buongiorno dottore, non posso parlare, sono a una riunione sull’acqua pubblica». Probabilmente la frase più mansueta pronunciata negli ultimi anni. Perché un compendio del pensiero di Vittorio Di Battista, realizzato attraverso le risposte ai cronisti ma anche gli scritti sui social e sul sito Catzebao, comprenderebbe un florilegio di insulti, dichiarazioni roboanti, clangori futuristi, volgarità provocatorie, fascismi esibiti.

Immigrazione Grillo lapressePur di non perdere consensi, il M5s ci ripensa Il fondatore: «Sbagliato dare false speranze». Ne è passata di acqua sotto i ponti da quando, nel 2004, Beppe Grillo diceva che gli immigrati voleva accoglierli tutti. Adesso, dopo essersi giorno per giorno appiattito sulle posizioni della Lega in tema di immigrazione tanto da arrivare ad opporsi all'abolizione del reato di clandestinità, il cofondatore dei Cinque Stelle formalizza la svolta del Movimento verso la linea dura tanto cara a Salvini.

di battista anticipaCorriere Web Sezioni Il pentastellato, in diretta Facebook, anticipa un'inchiesta delle Iene e denuncia il caso del dipendente senza contratto nell'azienda del padre Vittorio, in forte crisi. E aggiunge: «Mi sono arrabbiato a morte, perché non si fa e perché a noi fanno le pulci su tutto». Alessandro Di Battista torna a parlare dell'azienda del padre Vittorio, la Di.Bi.Tec srl, a Fabrica di Roma, che commercializza apparecchi sanitari a motore. Già a dicembre aveva confermato (su Facebook) le difficoltà economiche dell'impresa di famiglia, che sarebbe oberata di debiti verso le banche e i fornitori. Tanto, avevano ammesso, da non riuscire più a pagare i dipendenti. Ora — sempre su Facebook, in una diretta — il tono però è un altro.

case popolari ai rom virginia raggi smentisce 633x360Sbaraccare le baraccopoli dei nomadi entro il 2021. Questo l’obbiettivo del Campidoglio, oggi al centro delle polemiche per aver aperto le graduatorie per l’assegnazione delle case popolari anche alle famiglie Rom, che sembrerebbero esserne le prime beneficiarie. Il quotidiano Il Messaggero riporta che già cinque famiglie rom del campo La Barbuta hanno ricevuto un alloggio , mentre altre 20 sono in attesa. Immediata la replica della sindaca Virginia Raggi: «Fake news, ci sono le graduatorie».

Mario Canino aveva ottenuto 124 preferenze alle primarie online per la corsa al Campidoglio. Ma il Movimento lo aveva espulso perché non avrebbe dichiarato la sua pregressa militanza nell'Italia dei Valori. A decretare che l'espulsione è nulla è stata la XVI sezione civile del Tribunale di Roma.