capture 005 03072020 153025Tre imprenditori denunciati e 37 mila mascherine chirurgiche sequestrate: questo il risultato di un controllo effettuato dalla Guardia di Finanza di Fiuggi in provincia di Frosinone dove le mascherine, identificate come dispositivi medici ma prive dell’idonea certificazione tecnica, sono risultate fuori norma. A seguito di un controllo svolto presso un’attività commerciale con sede nella città termale, e grazie a successive investigazioni, le fiamme gialle del colonnello Alessandro Gallozzi, comandante provinciale, hanno scoperto che erano state poste in vendita delle mascherine chirurgiche aventi la marcatura “CE” impropriamente apposta, prive di idonea documentazione atta a certificare il prodotto come dispositivo medico e senza che fosse stato fatto preventivamente interessato l’Istituto Superiore di Sanità così come previsto dall’art. 15 del D.L. 18/2020.

Tre le persone finite nei guai: si tratta di imprenditori residenti a Colleferro nel sud della provincia di Roma ma ai confini con quella ciociara e in Campania che dovranno rispondere di di frode in commercio e vendita di prodotti con segni mendaci. I tre imprendfitori denunciati sono A.L. (anni 49) di Napoli, C.S. (anni 55) di Melito di Napoli (Na) e I.L. (anni 57) di Colleferro (Rm) che dovranno rispondere per le ipotesi di reato previste e punite dagli artt. 515 e 517 del codice penale nonché richiesto all’Autorità Giudiziaria l’emissione di un decreto di perquisizione locale e sequestro.  

 

www.iltempo.it