capture 075 16102020 114710Tracciamenti zero, coronavirus libero di circolare a Roma. Il disastro di Nicola Zingaretti e del governo di Pd e in M5s in una manciata di minuti. Piazzapulita manda in onda un servizio in cui si testimonia lo sconcertante caos in cui versa l'Asl nella Capitale: ore di attese ai drive in per effettuare un tampone, positivi mai contattati per il tracciamento. Di fatto, un'autostrada per la nascita di cluster e focolai. Così avanza la seconda ondata dell'epidemia.

"Sono stata abbandonata a me stessa, ho chiamato io tutte le persone che ho frequentato", denuncia una ragazza in coda al drive in. "Sono risultata positiva il 18 settembre, ho una figlia di 15 anni per avvisare la scuola è stato un dramma, nessuno dalla Asl ha mai contattato la scuola di mia figlia, una vergogna", aggiunge un'altra signora. Ciliegigina sulla torta, l'annuncio della Regione Lazio di laboratori privati autorizzati a fare i tamponi rapidi: molti istituti della lista, però, non sono ancora pronti per effettuare i test, senza contare centralini irraggiungibili e iscrizioni online in tilt a causa di siti non adeguati e prenotazioni impossibili.
www.liberoquotidiano.it