capture 124 21102020 104858La “mascherina” l’hanno indossata spesso, anche in epoca pre Covid. Ma non è la stessa che si intende di questi tempi. Sono tempi meno duri del previsto per le coppie che tentano di emulare Tom Cruise e Nicole Kidman in Eyes Wide Shut. In Italia, frequentano i cosiddetti club per scambisti. Circoli che però sono rimasti clamorosamente aperti. Scampati persino ai Dpcm di Giuseppe Conte.

L’esempio del club di scambisti di Bologna

Così è frequente sui giornali locali, leggere notizie come quella di oggi. A Bologna,  è stato sanzionato dai carabinieri di Altedo, nell’ambito dei controlli anti Covid, il titolare di un club per scambisti perché non aveva rispettato il distanziamento tra i clienti seduti e stipati all’interno di una sala da pranzo.

È solo l’ultimo episodio in ordine di tempo. Un provvedimento analogo è stato preso un mese fa a Roma, a Testaccio, per un altro club di scambisti. La motivazione è sempre la stessa. Il mancato distanziamento sociale. Il che, ovviamente, rappresenta un paradosso. Un circolo che fa della sua ragione sociale la promiscuità e l’accoppiamento, come fa a rispettare il distanziamento sociale? Paradossi dell’epoca del governo rossogiallo.

 

La pornostar Jessica Rizzo

di Davide Ventola per www.secoloditalia.it