Caos immigrazione lapresseGli extracomunitari ora prenotano le vacanze su Booking.com e, poi, una volta ottenuto il visto turistico, arrivano in Italia e si danno alla macchia. Ora gli extracomunitari usano i bed and breakfast per entrare illegalmente in Italia. Lo rivela il quotidiano Libero che ha messo un annuncio su Booking.com. Un libico si è finto interessato a passare dieci giorni in quell’appartamento e ha prenotato con largo anticipo. Poco dopo aver effettuato questa prima prenotazione, ne effettua una seconda per tre settimane ma in un periodo diverso così da poter fare domanda per avere il visto turistico per l’Italia. Se lo riceve partirà in una di quelle due date prenotate ma difficilmente andrà ad alloggiare in una struttura che costa cento euro al giorno e nessuno gli dirà nulla perché il pagamento avviene solo in contanti. Una volta in Italia, si darà alla macchia e diventerà clandestino.

 

Così gli immigrati fregano i piccoli albergatori: Questa truffa avviene soprattutto con case vacanza di privati cittadini che spesso non vogliono dotarsi di un pos. Il povero "host", cioè il proprietario o gestore dell'appartamento vacanza, si ritrova così una serie di giorni prenotati che non può cancellare senza il consenso di chi ha prenotato e subisce gravi perdite. Simona Ciccalè, professione consulente per albergatori, spiega che: “Il fenomeno delle false prenotazioni per ottenere il visto è esploso con la diffusione dei portali di prenotazioni online ma negli ultimi tempi riguarda soprattutto le piccole strutture ricettive extra alberghiere come bnb o case vacanze che non sono attrezzate con i cosiddetti pos per le carte di credito”.

L’immigrato, però, potrebbe farla franca anche con i pos avvalendosi di una carta ricaricabile per garantirsi la prenotazione. Una volta ottenuto il visto, però, “spenderà o trasferirà quei soldi e potrà cancellare la prenotazione senza il rischio che l' albergatore possa rivalersi esigendo il pagamento”. 

.......................

dall'articolo di    per ilgiornale.it 

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna