capture 014 24112021 115755Tragedia a Giugliano, è morto un noto imprenditore del posto a causa del Covid. Sconvolta l'intera cittadina.

Si tratta di Francesco Pennacchio, 60 anni, noto imprenditore edile. l'uomo, vaccinato con due dosi Pfizer, era ricoverato da due settimane al Cotugno dove è spirato. 

La vittima

Il 60enne era arrivato all’ospedale già in condizioni assai critiche e, a peggiorare la situazione già compromessa, sarebbero state le complicanze dovute al Covid. 

L'ultimo tampone effettuato aveva dato esito negativo.
La morte di Pennacchio ha sconvolto l’intera città.

 

Le polemiche in rete

Sul web sono iniziate le polemiche e le diatribe, tra pro vax e no vax. A quanto si apprende l'uomo, ad ogni modo, era ritenuto un soggetto a rischio per alcune patologie pregresse. 

Barbara muore a 49 anni per Covid: era stata contagiata due volte

Non ce l’ha fatta contro il Covid che si era accanito contro di lei per ben due volte:  Barbara Bertelli è morta dopo giorni di dolore e disperazione.

La donna aveva solo 49 anni e ha dovuto lottare contro il virus, per una seconda volta. Quella che le è stata fatale.

La vittima

La  Bertelli, appena un anno  fa, si era ammalata e aveva vinto la sua prima battaglia contro il morbo.

Ma la sorte non le ha lasciato scampo, dopo aver superato l’inverno e la primavera. alla fine dell’estate, aveva prenotato la sua dose di vaccino.Ma pochi giorni prima dell’appuntamento, si è ammalata di nuovo.

La tragedia

La situazione sembrava essere sotto controllo, poi, il peggioramento e il triste epilogo

L’ultimo saluto

Per portarle un ultimo saluto, la famiglia ha fatto sapere che gradirebbe che venisse portato un girasole: erano i suoi fiori preferiti.

«Vado a riposare ho mal di testa»: Marco muore nel sonno a 36 anni, si era vaccinato il giorno prima

Tragedia Pordenone dove Marco Piu, un uomo di 36 anni, è morto dopo un improvviso malore.

La vittima lascia una moglie e due figli, di 2 e 5 anni. Originario di Casarsa si era trasferito con la famiglia a Fiume Veneto, anche se continuava a lavorare alla Cantina di Casarsa.

Il vaccino e il malore

Pare che Piu si fosse sottoposto alla vaccinazione martedì. Poi il giorno dopo, mercoledì aveva confessato alla moglie di non sentirsi bene. Dopo aver pranzato insieme le aveva detto: “Ho mal di testa, mi sento stanco. Vado a distendermi nel letto”.

La tragica scoperta

Al ritorno dal lavoro, la moglie, ha trovato il marito senza vita nel suo letto. Inutili tutti i tentativi di rianimarlo.

Ora sarà l’autopsia a chiarire le cause della morte e l’eventuale correlazione con la vaccinazione.

Matteo muore il giorno dopo il vaccino

Si chiamava Mattia Brugnerotto e il 13 agosto avrebbe compiuto 32 anni. Ora,ovviamnete, i parenti pretendono la verità su questa immane tragedia. Va detto, come si legge sul Gazzettino,  che la direzione della Ulss 7 Pedemontana, in una nota dichiara «che al momento non vi è alcuna ragione per sospettare un nesso causale tra i due eventi. Al fine di garantire la massima trasparenza, l’azienda ha comunque disposto lo svolgimento dell’autopsia per accertare le cause del decesso».

Muore dopo aver fatto il vaccino: la disperazione della madre

«Voglio assolutamente sapere che cosa è successo a mio figlio», ha detto la madre di Mattia. A scoprire la morte del ragazzo è stata proprio lei, del resto. Sabato, vedendo che il figlio non si svegliava e rischiava di fare tardi al lavoro, è entrata in camera sua ma, non sentendolo rispondere, ha chiamato il 118. «Stava bene, era a casa dal lavoro perché doveva andare a fare il vaccino. Una volta tornato a casa, ha mangiato qualcosa e poi è andato anche a fare una passeggiata. Ha trascorso la sera con gli amici, poi è andato tranquillamente a dormire. Non ha fatto riferimento ad alcun tipo di malessere, neanche un minimo disturbo. Sabato mattina è successo quel che è successo»

 www.ilroma.net