Caso Miteni, il presidente del Veneto annuncia: "Ridurremo drasticamente i limiti dell'inquinante". Lo screening dei quattordicenni residenti nella zona rossa conferma la presenza della sostanza chimica nel sangue. Il Cnr: problemi anche in Piemonte, Lombardia e Toscana. E Greenpeace presenta un rapporto: "L'azienda sapeva e non ha informato gli enti locali".

 

Non è solo il Veneto a essere inquinato dai Pfas, gli impermeabilizzanti più diffusi al mondo: servono per cerare giacconi e proteggere smartphone, per fabbricare le pellicole antiaderenti delle padelle, la carta da pizza, la sciolina dei fondisti. Il Veneto però, che conosce il problema più grande - l'azienda Miteni di Trissino, provincia di Vicenza -, ha deciso di accelerare nell'affrontarlo.

...................

In realtà, uno studio del Consiglio nazionale delle ricerche fatto nel 2013 ha già esteso la questione a "vari territori italiani": Santa Croce sull'Arno in provincia di Pisa, per esempio, poi il sottobacino Adda-Serio in Lombardia e ancora l'area del Bormida che riceve gli scarichi dagli impianti chimici di Spinetta Marengo (qui siamo in provincia di Alessandria) allargando infine le criticità "all'intera asta del Po da Torino a Ferrara".

....................

dall'articolo

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna