Sui social network è facile imbattersi nelle fake news. Ecco alcuni consigli semplici e immediati per provare a smascherare una bufala. Sentiamo parlare di fake news quotidianamente  e ancora più spesso le ritroviamo nel nostro feed di Facebook o condivise con un tweet. Ormai hanno invaso i social network e la loro diffusione sta andando fuori controllo. Come può difendersi un utente di internet? Basta poco, in fondo.

Bisogna imparare a condividere la notizie consapevolmente e mettere quindi in atto quello che in gergo si chiama fact checking, ovvero il lavoro di verifica che ogni buon giornalista deve fare per accertarsi che gli avvenimenti citati o i dati usati in un determinato articolo siano veri.

Fare un controllo prima di una condivisione non è affatto complicato. Ecco una guida in 5 passaggi.

................................

Come avrete notato, vi consigliamo di cliccare sulla notizia soltanto arrivati al quinto step. Perché? Per evitare di far guadagnare chi lucra sulle fake news. Questi siti guadagnano grazie al grande numero di visualizzazioni che riescono a ottenere. In media il guadagno che possono ottenere è di 2 euro ogni mille visualizzazioni e, grazie anche ad una condivisione spensierata, una bufala può essere letta anche da 500.000 persone, portando un guadagno di 1.000/1.500 € a chi le ha pubblicate.

..........................

dall'articolo di wired.it 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna