Il procedimento giudiziario è stato promosso dall’associazione pro-migranti Nexus Services e ha subito riscosso il plauso dell’opposizione democratica. I migranti della “carovana” che sta attraversando in questi giorni il Messico con l’obiettivo di raggiungere gli Usa hanno ufficialmente fatto causa al presidente Trump

 

Un’ong pro-migranti ha infatti presentato presso la Corte distrettuale di Washington, a nome dei componenti della “carovana”, una “class action” contro il tycoon e altri esponenti dell’amministrazione federale.

Il procedimento giudiziario è stato promosso dall’associazione Nexus Services, la quale, proclamatasi “rappresentante delle istanze degli immigrati centroamericani”, ha accusato il presidente degli Stati Uniti di avere adottato, nelle ultime settimane, “decisioni incostituzionali”. Secondo l’ong, la “linea dura” varata da Trump circa la “carovana” di migranti in arrivo negli Usa dall’America centrale costituirebbe infatti un “palese abuso di potere”. In particolare, gli avvocati incaricati da Nexus Services di portare avanti la “class action” affermano che la decisione del presidente di inviare l’esercito al confine con il Messico per incarcerare "per un tempo indefinito” i componenti della “carovana” che entreranno illegalmente nel territorio federale sarebbe una “scioccante” violazione della Costituzione e della giurisprudenza della Corte suprema.

.....................

dall'articolo di   per ilgiornale.it 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna