CALITRI, AVELLINO. A 38 anni dal sisma dell’1980, che in queste zone uccise 2.914 persone e ne lasciò 280 mila senza casa, il presidio medico trasferito in un container donato dalla Croce Rossa è ancora lì. Doveva essere una sistemazione temporanea. 38 anni dopo gli abitanti aspettano ancora dei veri ambulatori e una postazione del 118.

 

Qui ogni giorno ci si sottopone a visite specialistiche, vaccini, si organizza il 118. Di specialisti ne sono rimasti solo cinque: un tempo erano 13, quando Calitri era un distretto sanitario.Le promesse sono state fatte, ma nulla è stato riportato alla normalità. 

........................

dall'articolo di Giampiero De Luca  per lastampa.it 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna