In base al decreto sicurezza, d’ora in poi per diventare italiani non bastano più i requisiti di legge. Ci vuole anche un attestato di conoscenza della lingua italiana di livello B1. Ecco un esempio di test preparato da un ente certificato con il quale potete mettervi alla prova. Il decreto sicurezza approvato la settimana scorsa dalla Camera subordina l’acquisizione della cittadinanza italiana al possesso di un attestato di conoscenza della lingua italiana non inferiore al livello B1

 - equivalente al cosiddetto «pre-intermediate» - del Quadro Comune Europeo di Rifermento per le Lingue (QCER). Si tratta di un livello di competenza più alto rispetto all’A2 («elementary») finora richiesto per i permessi di soggiorno di lunga permanenza. Con il rischio - denunciato dai sindacati - che il livello dell’asticella tagli fuori molti immigrati che sono in possesso degli altri requisiti di legge. Finora per richiedere la cittadinanza bastava risiedere in Italia da almeno dieci anni e essere in possesso di determinati requisiti (dimostrare di avere redditi sufficienti al sostentamento, di non avere precedenti penali, di non essere in possesso di motivi ostativi per la sicurezza della Repubblica). Oppure si poteva diventare cittadini italiani per matrimonio. D’ora in poi entrambe le condizioni saranno subordinate alla conoscenza dell’italiano di livello B1. Ma voi passereste il test d’italiano che è richiesto agli stranieri per ottenere la cittadinanza? Mettetevi alla prova con questo quiz preparato dall’Università per Stranieri di Perugia, uno degli enti certificatori riconosciuti dallo Stato (gli altri sono Società Dante Alighieri, Università per Stranieri di Siena e Università degli Studi Roma Tre).

.....................

dall'articolo di Redazione Scuola del corriere.it 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna