Sei rom arrestati per aver costretto a prostituirsi tre minorenni. E avevano messo in vendita il nascituro di una di loro. Non solo le hanno segregate nelle baracche, picchiate e costrette a vivere "come animali" e a prostituirsi. Ma quando una di loro è rimasta incinta hanno provato persino a vendere il nascituro per 28mila euro.

L'orrore è stato scoperto nel campo nomadi sorto alla periferia di Foggia, dove sei rom (due uomini, due donne e due ragazzini) sono stati arrestati per aver ridotto in schiavitù tre minorenni tra i 16 e i 17 anni, anch'esse rom. L'indagine che ha portato alle manette e alle accuse di riduzione e mantenimento in stato di servitù, induzione e sfruttamento della prostituzione minorile e sequestro di persona ai danni di minori, è partita proprio da una delle tre ragazzine seviziate.

........................

dall'articolo di   per ilgiornale.it 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna