Di Maio Conte Salvini 100Dopo le tensioni delle scorse ore e in attesa che inizi la discussione del testo in commissione a Montecitorio, il Carroccio ha deciso di ritirare gli emendamenti e si cerca un accordo con i soci di governo. Per Forza Italia l'intervento è comunque "una tragedia", mentre il Pd rilancia la proposta della riforma Renzi-Boschi. Lega e M5s trattano sull’introduzione del quorum per il referendum propositivo. Dopo le tensioni delle scorse ore, i due soci di governo vanno verso un accordo sul limite minimo di votanti per considerare valida la consultazione e che dovrebbe aggirarsi intorno al 20 o 25 per cento.

 La Lega aveva in un primo momento presentato un emendamento al ddl di riforma costituzionale che prevedeva il quorum al 33%, ma lo ha poi ritirato. I 5 stelle sono da sempre contrari, ma si è deciso di far pronunciare il Parlamento e la novità di oggi è che i grillini sono pronti a mediare. “Da parte del M5s c’è la disponibilità a discuterne”, ha dichiarato il capogruppo della Lega in commissione Affari costituzionali Igor Iezzi. “Abbiamo deciso di ragionarci insieme: all’inizio il tema di un quorum era un tabù da parte dei colleghi di M5s, mentre ora c’è la disponibilità a discuterne”. Il Carroccio continua a ritenere che “il quorum sia necessario, perché si corre il rischio che alle urne decidano i membri di salotto, una cerchia ristretta”. Stessa linea ribadita anche dal leader leghista Matteo Salvini: “Deciderà il Parlamento”, ha detto.

...................

dall'articolo di   per ilfattoquotidiano.it 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna