Corruzione al Consiglio di StatoAl centro dell’indagine condotta dal pool di pm coordinato dal procuratore aggiunto Paolo Ielo, c’è Stefano Vinti, legale di Alfredo Romeo, già rinviato a giudizio nell’ambito di un’altra, più nota, inchiesta della procura di Roma legata alla piattaforma centrale degli appalti, con una presunta mazzetta da 100mila euro in 4 anni pagata all’ex dirigente Marco Gasparri. Nelle carte le "anomale connessioni dell’avvocato" con personale di Palazzo Spada. Sentenze del Consiglio di Stato truccate per favorire (anche) l’imprenditore Alfredo Romeo e la sua Romeo Gestioni, nell’ambito di ricorsi per alcuni appalti Consip.

È quanto emerge della carte dell’inchiesta della procura di Roma per corruzione di atti giudiziari in cui sono finite coinvolte otto persone fra giudici ed ex magistrati operanti nell’organo di secondo grado della giustizia amministrativa, avvocati, imprenditori e politici, tutti operanti in Sicilia. Al centro dell’indagine condotta dal pool di pm coordinato dal procuratore aggiunto Paolo Ielo, c’è infatti Stefano Vinti, legale di Alfredo Romeo, già rinviato a giudizio nell’ambito di un’altra, più nota, inchiesta della procura di Roma legata alla piattaforma centrale degli appalti, con una presunta mazzetta da 100mila euro in 4 anni pagata all’ex dirigente Marco Gasparri. La Romeo Gestioni, fra l’altro, è stata recentemente condannata dalla Corte dei Conti del Lazio al pagamento di un milione di euro nell’ambito del processo contabile sullo scandalo Affittopoli per la “mala gestio” degli immobili del patrimonio disponibile del comune di Roma fra il 2005 e il 2014. Proprio Vinti, secondo la procura, sarebbe stato addirittura in grado di acquistare “pacchetti di sentenze a coupon da 10, indicando di volta in volta se la causa oggetto di trattazione rientrasse nel pacchetto concordato”. In pratica, corruzione a pacchetto.

.....................

dall'articolo di   per IlFattoQuotidiano.it 

Commenti   

0 #1 Enzo Paciotti 2019-02-07 16:31
Siamo proprio combinati male se anche al consiglio di stato ci sono i LADRI !!!! anche se si parla solo della Sicilia... ma se tanto mi da tanto, in tutta Italia quanti saranno ???
Citazione

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna