macron e moscoviciIl commissario voleva essere nominato alla presidenza della Corte dei conti francese, ma le nomine vincolano Macron. E adesso non sa cosa fare. E adesso per Pierre Moscovici le cose non si mettono affatto bene. Il mandato dell'euroburocrate è agli sgoccioli, e le sue clientele da tempo si erano attivate a Parigi e dintorni per trovargli una degna sistemazione dopo la Commissione europea.

 In patria, tutto faceva credere che Moscovici avesse il tappeto rosso per la Corte dei conti francese. Tanto che ormai tutti davano per sicuro il suo avvicendamento con Didier Migaud, che invece punta alla Corte costituzionale. Un cambio di ruolo che Emmanuel Macron vedeva con enorme favore, grazie anche all'intercessione del segretario generale dell'Eliseo, Alexis Kohler.

Il problema è che adesso, per Pierre, le cose non si stanno rivelando così semplici come si potesse credere. Perché le regole sulla nomina del presidente della Corte dei conti sono molto stringenti e di natura politica. 

...................

dall'articolo di   per IlGiornale.it 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna