CETALo scambio di tweet tra Carlo Calenda e Laura Boldrini ha riportato alla memoria una vecchia battaglia portata avanti dall’ex Ministro dello Sviluppo Economico a favore del trattato internazionale per il libero scambio tra il Canada e l’Unione Europea. Il cosiddetto Ceta è uno dei punti fondamentali del Manifesto Europeo ed è stato utilizzato per controbattere all’ex presidente della Camera che lo aveva accusato di aver usato bufale sovraniste durante la sua intervista a Luca Telese per Panorama.

Ed ecco che dai social (e dai siti istituzionali) spunta un indizio che rimanda a Nicola Zingaretti. Il neo-segretario del Partito Democratico, infatti, il 4 luglio del 2017 aveva twittato ribadendo il suo no (e quello della Regione che lui rappresenta) al Ceta. «Il Lazio dice no al Ceta. Chiediamo al Parlamento di fare lo stesso, difendiamo i nostri produttori e sapori da commercio ingiusto e senza regole». Un messaggio che, stando alle parole di Carlo Calenda, dovrebbe portare alla cacciata del governatore della Regione Lazio dal suo Manifesto Europeo, dato che i trattati per il libero scambio tra Canada e Unione sono considerati un elemento fondamentale e fondante dell’idea europeista dell’ex Ministro.

......................

dall'articolo di ENZO BOLDI per giornalettismo.com

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna