Primo, tragico avvertimento per il governo e per gli italiani. Secondo Luigi Bisignani, che di Palazzi romani se ne intende, il presidente della Repubblica Sergio Mattarella avrebbe intenzione di nominare senatore a vita Mario Draghi, numero uno uscente della Bce, "per dare una sferzata al governo più pazzo del mondo che, dalla Libia alle infrastrutture, non ne indovina una".

 Sarebbe, spiega Bisignani sul Tempo, un riconoscimento al valore e alla carriera di SuperMario, ma anche un segnale rassicurante nei confronti di Fmi, Ocse, Union europea e compagnia finanziaria cantante. Non sfugge, inoltre, che questa "voce" si stia spargendo proprio nei giorni in cui il ministro dell'Economia Giovanni Tria è maggiormente sotto attacco incrociato da M5s e Lega. Draghi come arma di pressione, insomma, anche se Mattarella non vorrebbe ripetere, sottolinea Bisignani, il tragico errore di Giorgio Napolitano che allo stesso modo nominò senatore a vita Mario Monti un attimo prima di metterlo a capo di quel nefasto governo tecnico nell'autunno 2011.

.......................

dall'articolo di LiberoQuotidiano.it 

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna