Leoluca Orlando palermo lapresseCon un cavillo legislativo, il primo cittadino di Palermo firma l'iscrizione anagrafica garantendo la residenza a centinaia di famiglie che occupano abusivamente un immobile. Il sindaco Leoluca Orlando ha firmato 220 provvedimenti di iscrizione anagrafica che riguardano persone, cittadini italiani e stranieri, residenti a Palermo in condizioni di fragilità.

 Si tratta in particolare di 180 cittadini che risultano occupanti di edifici pubblici e per i quali l’iscrizione anagrafica avviene per motivi di prevenzione di situazioni di rischio sanitario, in presenza di persone fragili all’interno del nucleo familiare e di 40 migranti con diversi status giuridici, per i quali le procedure di iscrizione si erano bloccate a seguito del Decreto Sicurezza. Dopo che a gennaio il sindaco aveva emanato un'apposita direttiva agli uffici, sono circa 1200 le famiglie nel capoluogo siciliano che hanno fatto richiesta (su un bacino potenziale di circa 3.500 famiglie occupanti abusive di immobili pubblici).

A Palermo il provvedimento riguarderà circa 3700 famiglie (per circa 12mila persone), di cui 1700 occupanti di immobili di proprietà dello IACP e 2mila occupanti di immobili comunali. "L’iscrizione anagrafica - spiegano dal Comune - permetterà in sostanza alle famiglie occupanti che abbiano comunque i requisiti per essere inseriti nelle graduatorie ERP (Edilizia Residenziale Pubblica) e senza che questo costituisca titolo autorizzativo all’occupazione degli immobili, di stipulare regolari contratti per la fornitura idrica e di energia elettrica e l’accesso ad alcuni servizi fondamentali oltre che la richiesta del reddito di cittadinanza, ove sussistano i requisiti.

....................

dall'articolo di Leoluca Orlando perIlGiornale.it

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna