festa 2 giugno lpI grillini al governo ci ricascano: la Trenta sminuisce e ridicolizza il ruolo delle Forze armate. E scatena l'ira dei soldati. Il governo più giallo che verde ci ricasca sminuendo il ruolo delle Forze armate o addirittura ridicolizzandole, scatenando una valanga di reazioni dei nostri soldati. Il ministero della Difesa fa sapere che il 2 giugno sarà la festa «dell'inclusione per evidenziare la volontà di non lasciare indietro nessuno, di combattere contro le emarginazioni sociali».

In pratica il ministro Elisabetta Trenta rischia di venire scambiata per la responsabile delle Politiche sociali, come se le nostre Forze armate fossero una specie di banda di boy scout più simile alla Croce rossa che a soldati in armi per difendere la Patria e combattere nelle «guerre» di pace degli ultimi anni.

Il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, il giorno prima ha fatto ancora peggio spiegando e sollevando i violini della platea pacifista, che farà comprare cinque fucili in meno per finanziare borse di studio pacifiste. Non una grossa spesa, ma con un effetto simbolico devastante sulla bocca del premier, che ha aggiunto peggiorando la situazione: «Ci saranno cinque nostri che sono senza fucile. E va bene andranno nelle retrovie a parlare di pace. Quindi ringrazio anche il ministro della Difesa Elisabetta Trenta perché ha compreso lo spirito dell'iniziativa».

...................

dall'articolo di  per IlGiornale.it 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna