Cei Andate a votare ilmalpaeseNon solo del rosario ostentato nel comizio di Milano da Matteo Salvini si lamenta la Chiesa italiana (“basta simboli esteriori della fede”), ma soprattutto delle concrete politiche che il governo giallo verde e innanzitutto il premier Giuseppe Conte e il vicepremier pentastellato per lo sviluppo economico Luigi Di maio hanno approvato o non hanno portato a termine. All’invito agli italiani “a non disertare le urne, e a votare bene” (cioè partiti e candidati che permettano all’Unione europea di essere solidale, aperta alla gente del Mediterraneo, senza sovranismi e populismi,  il Presidente della Conferenza episcopale italiana, cardinale Gualtiero Bassetti, parlando in Vaticano all’Assemblea generale dei vescovi italiani, ha fatto precedere due punti specifici di lamentela.

 

...................

C’è poi il secondo punto dolente nel discorso del cardinale Bassetti: quello della ricostruzione post-terremoto.”Il nostro è un Paese unico, tanto per bellezza quanto per fragilità: proprio la fragilità, però, potrebbe essere la nostra forza e trasformarsi in occasione di cura e solidarietà, purché la generosa laboriosità di tanti cittadini s’incontri con l’impegno di chi ha la responsabilità civile e politica”, ha detto. “Lo reclamano le tante abitazioni ancora inagibili della nostra gente; lo reclamano le nostre chiese danneggiate dal sisma”. Bassetti ha ricordato che “l’impegno, su cui ci si è confrontati per mesi, prevede la ricostruzione di 600 chiese, quali luoghi di culto, di riferimento e di aggregazione per tutta la comunità. E’ decisivo, dunque, che le ordinanze siano rese operative, che le procedure concordate per la ricostruzione trovino attuazione, che i fondi stanziati si traducano in interventi concreti”.Come dire: non è stato fatto niente.

....................

dall'articolo di Maria Antonietta Calabrò per HuffingtonPost.it 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna