Il modello M5S dietro al successo del Brexit Party 400x273Nigel Farage, l’ex leader dello UKIP, ha fondato di recente il partito della Brexit. In pochi mesi la nuova formazione politica ha scalato i sondaggi. Un successo ricalcato sull’esperienza del movimento fondato da Gianroberto Casaleggio. Un viaggio a Milano nel 2015. L’incontro con Gianroberto Casaleggio «il genio dietro al Movimento 5 Stelle». Così Nigel Farage, il padre della Brexit, descriveva quattro anni fa l’uomo dietro al successo del M5S. Con lui, su quel volo per Milano, c’era anche Raheem Kassam, suo consigliere da lungo tempo. Non certo un viaggio di piacere quello che il leader dell’Ukip, il partito populista ed euroscettico britannico, aveva organizzato nel bel Paese.

 Dietro a quell’incontro insolito c’era uno scopo ben preciso: comprendere le cause del successo di un partito che in pochi anni era riuscito a sfidare l’establishment politico italiano e ad arrivare in Parlamento con il 25% dei consensi nel 2013. La storia del lungo rapporto tra Farage e la Casaleggio è raccontata dal The Guardian che ha ripercorso la scalata dei due partiti in questi anni.

Quello che colpì Farage a Milano fu la capacità di Casaleggio di usare i social media e internet per creare un nuovo modello di comunicazione politica. Con la piattaforma web del Movimento i suoi membri potevano discutere e votare decisioni politiche da adottare nonché nominare ed eleggere candidati.

Un modello partecipativo che permetteva ai suoi sostenitori di credere che l’identità del Movimento fosse nata genuinamente dal dibattito online: un movimento organizzatosi spontaneamente dal basso che Farage voleva emulare.

..................

dall'articolo di Open.online

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna