salvini giorgetti lega minibotIl sottosegretario alla presidenza del Consiglio non esclude la possibilità di introdurre titoli di Stato di piccolo taglio per velocizzare i pagamenti della pubblica amministrazione. La proposta è stata già bocciata da Draghi e Confindustria, da Moody's e dai mercati per paura che si crei una valuta parallela. Il ministro dell'Interno: "Le monete alternative le usiamo al Monopoli". I minibot sono “una delle possibilità, una delle soluzioni“. Il giorno dopo le critiche di Mario Draghi e il giudizio negativo dell’agenzia di rating Moody’s, è il sottosegretario alla presidenza del Consiglio Giancarlo Giorgetti a dare una legittimità a quella che finora era rimasta una mozione approvata dalla Camera con voto bipartisan per introdurre dei titoli di Stato di piccolo taglio come strumento per velocizzare i pagamenti dellapubblica amministrazione alle aziende creditrici.

I timori del presidente della Bce e dei mercati è che si trasformino di fatto in una valuta parallela, tanto da contribuire nei giorni scorsi a spingere lo spread fino a quasi 300 punti. Accusa a cui risponde direttamente Matteo Salvini, non escludendo a sua volta l’idea di introdurre i minibot: “Non sono moneta, però qua c’è l’emergenza di pagare i debiti della pubblica amministrazione nei confronti di famiglie e imprenditori. Sono decine di miliardi di euro che già sono debito dello Stato, quindi in che formarestituirli è tutto da valutare e ci stiamo ragionando”.

................

dall'articolo di  per IlFattoQuotidiano.it 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna