Magdi Allam ama italiaMusulmano, cattolico, editorialista di Repubblica, Libero e Giornale, vicedirettore del Corriere della Sera, scrittore, europarlamentare indipendente eletto nelle liste dell' Udc, iscritto al Ppe e poi transitato nel gruppo euroscettico Europa delle Libertà e della Democrazia, dove sedevano gli eletti della Lega, già capeggiati da Salvini, per un breve periodo membro dell' ufficio di presidenza di Fratelli d'Italia, studente modello del collegio salesiano del Cairo, dove ha imparato l' italiano giovanissimo e grazie al quale, in quanto miglior diplomato, ottenne nel 1971 la borsa di studio per trasferirsi a Roma a studiare sociologia alla Sapienza, uomo più scortato d' Italia da che il terrorismo islamico l' ha messo in cima all' elenco dei nemici di Maometto da uccidere, per apostasia e per i suoi libri.

 Magdi Cristiano (da quando nella Pasqua di undici anni fa ufficializzò la propria conversione) Allam è un crocevia vivente. Attraversa i mondi della nostra contemporaneità maturando certezze incrollabili; sull' islam, l' Unione Europea, l' immigrazione, l' Italia.

Ha compiuto 67 anni giusto una settimana fa ed è in pensione da dicembre. «Mi concentro sulla scrittura di libri e nella mia attività di conferenziere. Giro l' Italia per diffondere informazione corretta su quel che accade nel mondo». Magdi ha in uscita un testo destinato a far parlare molto, "Stop Islam", un volume nel quale si propone di dimostrare come quella religione sia «incompatibile con le leggi laiche dello Stato, le regole di civile convivenza e i valori fondamentali della civiltà occidentale, dalla sacralità della vita, alla parità tra uomo e donna al diritto di fare libere scelte individuali». È il lavoro finale di una trilogia, iniziata nel 2017 con "Maometto e il suo Allah, ovvero l' invenzione del Corano" e proseguita con "Il Corano senza veli", nei quali Allam racconta la vita del profeta e fornisce una guida per decifrare il testo sacro dell' islam, illustrando le sue difficili e spesso luttuose declinazioni nell' incontro con il nostro mondo. La tesi di "Stop Islam" è molto forte, e già si prevedono guai e polemiche. «Scrivo» spiega Magdi «che l' unico modo per salvaguardare la nostra civiltà è mettere fuori legge l' Islam, come è stato in Occidente per 1300 anni».

..................

dall'articolo di LiberoQuotidiano.it 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna