operai contratti stabili in aumentoDopo due cali consecutivi, tra gennaio e marzo le persone con un lavoro risalgono: +25mila, con un rialzo dello 0,1. Tasso di occupazione al 58,7%, sintesi dell'aumento per donne e stabilità degli uomini. Alla crescita del Nord si contrappone la diminuzione di Centro e Sud. Il numero di occupati torna a crescere. Dopo due cali consecutivi, nel primo trimestre del 2019 le persone con un lavoro tornano a crescere, seppure lievemente, in termini congiunturali, facendo registrare un aumento di 25mila (+0,1%).

A livello tendenziale si riscontra una crescita di 144mila occupati (+0,6% in un anno). I dati sono dell’Istat che indica indicando che il tasso di occupazione al 58,7% (+0,1 punti), sintesi dell’aumento per le donne (+0,3 punti) e della stabilità per gli uomini; alla crescita del Nord (+0,4 punti) si contrappone la diminuzione nel Centro e nel Mezzogiorno (-0,1 punti in entrambi i casi).

Quanto alla tipologia dei contratti prosegue la tendenza degli ultimi mesi: l’aumento del numero di occupati nel primo trimestre è il risultato della crescita dei dipendenti permanenti (+47mila, +0,3%) e degli indipendenti (+7 mila, +0,1%) a fronte di una flessione dei dipendenti a termine (-29mila, -1,0%).

...................

dall'articolo di  

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna