borghezio un soldato politicoL'ex europarlamentare della Lega, parlando all’Adnkronos, definisce l'esponente della destra radicale e fondatore dell’organizzazione neofascista golpista Avanguardia Nazionale "un soldato politico nella rivoluzione nazionale". Stefano Delle Chiaie è “un soldato politico nella rivoluzione nazionale”, ma anche “un vero combattente, in un Paese ne nasce uno ogni 100 anni“. Così l’ex europarlamentare della Lega, Mario Borghezio, parlando all’Adnkronos, definisce l’esponente della destra radicale e fondatore dell’organizzazione neofascista golpista Avanguardia Nazionale, morto nella notte scorsa all’ospedale Vannini di Roma a 82 anni. Delle Chiaie ha vissuto per 17 anni da latitante, fino al suo arresto nel 1987 a Caracas, con l’accusa di associazione sovversiva, banda armata e concorso in strage.

Il suo nome si intreccia con i più importanti episodi degli anni del terrorismo e della strategia della tensione. Nel 1991 venne assolto dall’accusa di associazione eversiva per la strage di Piazza Fontana del 1969. Fu coinvolto anche nell’inchiesta sulla strage di Bologna, da cui venne però assolto per “insufficienza di prove”.

da www-ilfattoquotidiano-it.cdn.ampproject.org