Se il movimento delle Sardine si presentasse alle elezioni potrebbe diventare il quarto partito, con oltre l’11% dei voti. Almeno questo è quello che stima un sondaggio di Monitor Italia, realizzato in collaborazione fra Agenzia Dire e Istituto Tecnè. Lo scrive il Fatto quotidiano in edicola sabato 11 gennaio. Le Sardine sottrarrebbero voti soprattutto al Partito democratico (che perderebbe il 4,4%, passando dall’attuale 19,3% al 14,9%) e al Movimento Cinque Stelle (che scenderebbe del 3,4%, dal 15,4 al 12). La Lega rimarrebbe primo partito, e anche Pd e M5S manterrebbero le loro posizioni.Le conseguenze di una discesa in campo del movimento guidato da Mattia Santori sarebbero quasi nulle per i partiti di centrodestra: la Lega perderebbe lo 0,2%, mentre Fratelli d’Italia e Forza Italia lo 0,1%. Nel centrosinistra sarebbe più sensibile il calo per Italia Viva (-0,3%) ma specialmente per Verdi-Sinistra (-1,6%). Di fatto, le Sardine alle elezioni sottrarrebbero il 9,1% del consenso alle forze di centrosinistra e solo lo 0,4% ai partiti di centrodestra.

www.liberoquotidiano.it