capture 085 28012020 081642Se domenica 26 gennaio si fosse votato per le elezioni politiche la Lega a livello nazionale si attesterebbe oggi tra il 28,5 e il 32,5%. Fortissima crescita di Fratelli d'Italia tra il 9 e il 13%. Debole Forza Italia tra il 4,5 e il 6,5%. Totale della coalizione di Centrodestra 48%. Il Partito Democratico si attesta tra il 23 e il 27%, dato che ingloba anche l'apporto del movimento delle Sardine. Italia Viva di Matteo Renzi vale tra il 3,5 e il 5,5%. Sono queste le interessantissime proiezioni effettuate da Roberto Baldassarri, direttore generale di Mg Research, per Affaritaliani.it. Proiezioni realizzate sulla base del voto regionale e che proiettano dunque Giorgia Meloni davanti al M5s: un botto clamoroso, un risultato che ad oggi non sembra neppure così lontano.Azione di Carlo Calenda si attesta tra il 2,5 e il 4,5%.

Più Europa e la sinistra-sinistra (LeU-Mdp) valgono entrambi tra il 2 e il 4%. Totale della coalizione di Centrosinistra 38%. Forte ridimensionamento del Movimento 5 Stelle che, dopo le Regionali in Emilia Romagna e in Calabria, vale tra l'8,5 e il 12,5%. Totale area di governo 43%, conclude la proiezione di Mg Research.

www.liberoquotidiano.it