capture 331 14022020 153153Il consiglio dei ministri dà il via libera al Ddl delega di riforma del processo penale. Nel testo, viene riferito, c'è anche il cosiddetto lodo Conte bis sulla prescrizione che "aggiusta" la riforma del ministro della Giustizia Alfonso Bonafede e su cui hanno trovato un'intesa M5s, Pd e LeU. A Palazzo Chigi non c'erano, come annunciato da Matteo Renzi, le ministre renziane Bellanova e Bonetti, rappresentanti di Italia Viva nel governo. Un segno di protesta clamoroso: il partito degli scissionisti Pd era infatti contrario alla linea del governo sulla prescrizione. E secondo fonti della stessa IV, da domani si aprirà un nuovo fronte: "Adesso si farà la sfiducia a Bonafede". Un atto politicamente ostile che potrebbe scatenare un effetto domino dalle conseguenze imprevedibili: per molti, infatti, un attacco diretto al ministro grillino sarebbe di fatto un antipasto della crisi di governo. 

 

www.liberoquotidiano.it