Giuseppe Conte e Matteo Salvini non si parlano dalla crisi di metà agosto, quando i due non si risparmiarono in Parlamento. Da quel momento il filo si è interrotto. Da Massimo Giletti, il premier Conte aveva additato Matteo Salvini come l'unico leader a non avergli telefonato nei giorni dell'emergenza coronavirus. Oggi, da una conferenza stampa della Lega in Senato, Salvini ha confessato: "Gli ho telefonato. È la prima volta da agosto". Poi però passa all'attacco del premier, di cui viene contestato l'approccio alla questione sanitaria.Proseguono le domande dei cronisti e Claudia Fusani chiede se di fronte all'emergenza Macron e Merkel si sarebbero comportati come Conte. Salvini non ha dubbi: " C'è chi è in grado di difendere l'interesse nazionale... qualcun altro di meno", con l'ovvio riferimento al premier Conte che "gira tv di mezza Italia lanciando l'allarme coronavirus". Poi il leader della Lega rincara la dose: "Né il presidente francese né quello tedesco avrebbero mai additato medici francesi o tedeschi come eventuali responsabili", come ha fatto Conte con la Sanità lombarda.

https://www.liberoquotidiano.it