capture 427 27032020 094821Metaforicamente Giuseppe Conte batte i pugni sul tavolo nel corso della video conferenza del Consiglio europeo. Gli ultimi appelli alla collaborazione devono aver fatto bene al premier, che ha portato avanti anche la linea dei partiti di opposizione: eliminazione di qualsiasi riferimento al Mes (ottenuta dagli sherpa italiani) e soluzione adeguata all’emergenza dovuta dall’epidemia di coronavirus. Stando a quanto si apprende a Bruxelles da fonti diplomatiche, Conte ha rifiutato la bozza delle conclusioni del Consiglio Ue e ha posto un ultimatum: in accordo con il premier spagnolo, Pedro Sanchez, l’Italia ha dato dieci giorni di tempo alle istituzioni europee per battere un colpo e tornare con una proposta che incontri le esigenze del Paese e di gran parte dell’Europa.

 

 

www.liberoquotidiano.it