capture 023 09042020 120412Meglio tardi che mai. In piena emergenza coronavirus, l’Italia finalmente è pronta a chiudere i porti. Il decreto interministeriale firmato ieri anche da Paola De Micheli stabilisce che i nostri porti non presentano più i requisiti sanitari richiesti dalla convenzione di Amburgo. Di conseguenza decade lo status di porto sicuro per le navi di soccorso che chiedono un approdo. Inoltre è stato chiesto al governo tedesco, in qualità di Stato di bandiera, di assumere la responsabilità di ogni attività in mare - compreso il porto di sbarco - della Alan Kurdi, la nave che ha a bordo 150 migranti e che in questo momento non è ancora entrata in acque territoriali italiane. Nonostante la decisione della chiusura ia sacrosanta, c’è chi non è d’accordo: “Chiudere i porti a chi salva vite - dichiara Matteo Orfini del Pd - era inaccettabile quando lo faceva Salvini, lo è anche oggi”. E quindi cosa intende fare Orfini? Visto che fa parte della raffazzonata maggioranza giallorosa che finalmente si è decisa a chiudere i porti per l’intero periodo dell’emergenza. 

www.liberoquotidiano.it