capture 088 13042020 104919"Fuori luogo". Un sondaggio di Antonio Noto per il Quotidiano nazionale conferma quanto molti hanno detto o almeno pensato da venerdì sera a oggi: la sparata di Giuseppe Conte nel suo discorso alla nazione contro Giorgia Meloni e Matteo Salvini è stata una pessima pagina istituzionale e politica.

Stando alla rilevazione di Noto, il 63% degli italiani ha compreso e condiviso la proroga delle misure di isolamento sociale annunciate dal premier, anche perché il 68% era già sicuro che sarebbe avvenuto.  In questo senso, ha avuto buon gioco la strategia comunicativa di Palazzo Chigi, che nei giorni precedenti aveva fatto esporre alcuni ministri per "anticipare" la mazzata e farla digerire meglio agli elettori. Insomma, non è stato un fulmine a ciel sereno. Sorprendente, invece, la violenza dell'attacco di Conte alle opposizioni.Qui, secondo un retroscena di Dagospia, ci sarebbe stata la manina del suo capo-comunicazione Rocco Casalino, convinto che uno "show in diretta" avrebbe fatto bene al gradimento del presidente del Consiglio.

 

Sbagliato: secondo il sondaggio Noto, al degli intervistati non è piaciuto affatto. E occhio, perché i dati sulla fiducia nel premier (passata dal 38% pre-coronavirus al 45% attua54%le) potrebbero presto subire variazioni in negativo se si capirà che il premier sta sfruttando l'emergenza per rafforzare la propria posizione personale anziché pensare, per prima cosa, al bene dell'Italia. 

www.liberoquotidiano.it